lunedì 15 febbraio 2010

Avatar

di Alberto Luschi



scheda del film
regia di James Cameron
cast
Sam Worthington ... Jake Sully
Zoe Saldana ... Neytiri
Sigourney Weaver ... Dr. Grace Augustine

Stephen Lang ... Colonel Miles Quaritch
Joel Moore ... Norm Spellman (as Joel David Moore)
Giovanni Ribisi ... Parker Selfridge
Michelle Rodriguez ... Trudy Chacon
Laz Alonso ... Tsu'tey
Wes Studi ... Eytukan
sceneggiatura di James Cameron
musica di James Horner
fotografia di Mauro Fiore
montaggio di James Cameron, John Refoua e Stephen E. Rivkin
costumi di John Harding, Mayes C. Rubeo e Deborah Lynn Scott
scenografia di Rick Carter e Robert Stromberg
casting di Margery Simkin
titolo originale Avatar
ratings Kids+13
durata 162 min.
produzione USA, Gran Bretagna 2009
distribuzione 20th Century Fox
trama

Non va mai svelata.
recensione
AVATAR...AVATAR...AVATAR...sono passati ben tredici anni da quando un James Cameron ancora "reale" eguagliava con il suo "Titanic" le 11 statuette di "Ben Hur": segnava la storia del cinema e al tempo stesso si accingeva a sparirne per un lungo ...periodo. Da quel 1997 fino a qualche mese fa solo indiscrezioni su di un progetto top secret, mormorii incerti su nuove tecnologie fantasmagoriche e rarissime foto di un James Cameron o forse del suo "avatar". Tredici anni e l'attesa è finita. Avatar è tra noi, o noi in lui. Quando il buio è calato nella sala cinematografica in silenziosa attesa (rara cosa), ho temuto che alla fine avrebbero vinto i dubbi: sarà un fredda giostra condita di una sceneggiatura banale? La risposta è stata presto drivelata: AVATAR NON E' UN FILM, E' UNA VERA E PROPRIA ESPERIENZA EMOZIONALE! Il respiro viene meno, l'occhio cerca di abituarsi al futuro ora presente. Cameron dirige con maestria il suo più alto capolavoro e da vero demiurgo modella le nostre sensazioni attraverso la sua creatura "vivente". Avatar è un film vivente ed è impensabile viverlo non in 3D. Già, il 3D di Cameron...difficile spiegare la rivoluzione, ma per la prima volta non vi sono corpi che entrano in sala, siamo noi che entriamo dentro il mondo di Pandora; non vi è più uno telo bianco:un mondo intero che si agita e grida e respira oltre lo schermo e noi respiriamo con esso e con le sue meravigliose creature blu più reali dei freddi umani. Il 3D non è mezzo magico fine a se stesso, è la porta per pandora è l'avatar degli spettatori: il protagonista si connette virtualemnte ad un avatar per entrare in un mondo altrimenti inaccessibile e al tempo stesso noi, con gli appositi occhiali, creiamo il nostro avatar virtuale per connetterci con la sua visione. Una visione magica, uno spettacolo unico fatto di verdi e bioluminiscenze incantatrici. Fa sorridere chi gridava alla trama banale: il regista sa, come sapeva in Titanic, che due cose servono per fare il vero cinema: la meraviglia visiva ed una storia che catturi subito il cuore. Lo spettacolo visivo è presetnte e non invasivo come non si è mai visto prima,l'epica della grande saga raggiunge vertici inimmaginabili, la trama apparentemente scarna ci rapisce nella sua semplicità così vera e splendidamente animista, con una visione dell'universo cme un'anima pulsante; fino alle riflessioni sul concetto d'identità.








Tarantino (che adoro) viene applaudito per la sua capacità di frullare generi, allora dobbiamo pretendere lo stesso per Cameron così ricco di citazioni ed omaggi: da Pocahontas a Terminator,ad Aliens a Jurassic Park, passando da 2001:odissea nello spazio, al Signore degli Anelli all'Ultimo dei Mohicani fino ai Puffi (puffetta era un'infiltrata di Gargamella)...
Più di due ore volano, sognando di diventare un Na'vì, di vivere l'esperienza di rinascere Omatecaya. Forse non eravamo pronti a tutto questo, forse lo capiremo più avanti quanto meravigliosa quanto era meravigliosamente profonda questa rivoluzione. Dopo Star Wars (criticato all'epoca per la trama benale, e meritatamente divenuta universale) ecco la nuova era, questo AVATAR universale. Tante parole incapaci di descrivervi un'esperienza imperdibile. Un ultima cosa:gazie a Cameron di averci donato uno dei più bei personaggi femminili mai visti sul grande schermo: Ney'Tiri la Na'Vì che con la sua forza, il suo cuore danno un'anima eccelsa ad un film memorabile.

AVATAR: non immaginatelo, vivetelo.
Alberto Toruk Mac Tuk






Links utili:
sito ufficiale : www.avatarmovie.compagina database internazionale: www.imdb.compagina database italiano: www.mymovies.it

Nessun commento:

Posta un commento